Adolfo Tronco, un giovane imprenditore musicale
 







Rosario Ruggiero




Figlio della cantante Gloria Greco, nota e apprezzata interprete della canzone classica napoletana, e nipote dell’omonimo musicista, ma soprattutto imprenditore musicale di chiara rinomanza nazionale nella seconda metà del secolo scorso, il giovane Adolfo Tronco, con un diploma conseguito all’istituto tecnico commerciale, una laurea in mandolino, la capacità di suonare anche mandola, mandoloncello, chitarra, basso elettrico e pianoforte, ed una generosa attività di direttore di coro e di orchestra, ha unito passione, patrimonio genetico ed ampie e varie competenze specifiche, che, con la chiara consapevolezza della penosa contingenza epocale di inserimento nel mondo del lavoro per i giovani e della assai discutibile realtà musicale ultima del bel Paese, ha voluto convogliare in un’affascinante avventura imprenditoriale, proprio nell’ambito dell’arte dei suoni.
È nata così Euterpe, in pieno centro di Marano, ad un tiro di schioppo dalcapoluogo campano, poliedrica realtà che all’attività pedagogica di scuola di musica, con varie specialità di insegnamento, affianca un’avveniristica sala di incisione ed un’ambiziosa agenzia artistica. All’uopo l’infaticabile giovane, nonostante l’adesione già avuta di esperti di altissimo livello, non si è peritato di iscriversi ed attualmente frequentare un corso per la sua formazione personale di tecnico del suono,
Uno sforzo creativo, questo suo, costato un anno di duro lavoro, sfruttando l’opportunità di un’iniziativa europea dal titolo “Resto al Sud” sorta proprio per incentivare e sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali.
«La musica – ci spiega – crea legami indissolubili con i suoi ascoltatori e appassionati. È parte integrante della nostra vita. Una delle motivazioni che può avvicinare a questo settore anche i neofiti è quindi il desiderio di sostenere le proprie passioni ed i propri artisti. D’altronde sono anche persuaso che l’arte deisuoni rappresenti un ambito che reputo in rapidissima ascesa in questo periodo di appena superata pandemia. Un’idea quindi, Euterpe, per aiutare sia giovani musicisti che artisti già affermati a realizzare al meglio i loro progetti, fermo restando l’obiettivo imprescindibile di portare avanti produzioni di buona musica».
Quando l’inaugurazione ufficiale?
«A giorni. Prevediamo non oltre l’imminente mese di maggio».
Difficoltà incontrate?
«Principalmente di carattere burocratico e tecnico organizzativo».
Le difficoltà future che prevede?
«Più che difficoltà, una sfida: riuscire a mantenere sempre un alto livello di qualità professionale».







2024-04-20


   
 



 
01-05-2024 - Adolfo Tronco, un giovane imprenditore musicale
01-04-2024 - Maurizio Pollini, analisi di un mito
01-03-2024 - Ancora un libro su Caruso
01-02-2024 - Violini a Sant’Agata de’ Goti
01-01-2024 - Un dicembre ricco per gli amanti di Caruso
01-12-2023 - Paolo Borciani ed il Quartetto Italiano, un esempio di musica e civiltà
01-11-2023 - Un nuovo libro su Enrico Caruso
01-10-2023 - in memoria di Giovanbattista Cutolo
01-09-2023 - Su Internet un nuovo omaggio a Salve D’Esposito
01-08-2023 - Canzoni napoletane al Real Bosco di Capodimonte
01-07-2023 - Un nuovo studio sulla canzone di Napoli
01-06-2023 - Musica nel Giardino dei Sogni
01-05-2023 - Sull’importanza delle formazioni musicali cittadine
01-04-2023 - Un libro sul teatro Mercadante
01-03-2023 - La canzone napoletana secondo Gloria Greco