articolo 2416

 

 
 
Da Mercadante ai giorni nostri
 







Rosario Ruggiero




Continuano a Napoli i tributi a Giuseppe Saverio Raffaele Mercadante, musicista ottocentesco di cui, pur non conoscendo con esattezza luogo e data di nascita, sono chiaramente documentati gli studi al conservatorio di Napoli, i successi violinistici, l’esperienza di direttore d’orchestra, l’insegnamento esercitato presso il Real Collegio di musica partenopeo e la copiosa produzione che annovera ben oltre cinquanta lavori operistici, un’ampia messe di musica sacra, tante altre composizioni, vocali e strumentali, e pagine didattiche.
Ed è, infatti, intitolata “Da Mercadante ai giorni nostri” la rassegna concertistica che durerà dal 30 ottobre al 29 novembre prossimo, organizzata dall’ “Associazione Coro Femminile dell’Orientale” e dal “Comitato Festival Mercadantiano”, con il patrocinio del Comune di Napoli, del suo assessorato alla cultura e del comune pugliese di Altamura.
Cinque appuntamenti che si svolgeranno nella Sala Italia di
Castel dell’Ovo e che vedranno esibirsi, tra gli altri, il gruppo vocale de “I solisti di San Carlo” ed il duo pianistico formato da Lucia Piscitelli e Giovanni Rea. Non mancheranno prime esecuzioni assolute.
Il ciclo di appuntamenti sarà concluso da un concerto della cantante Maria Dragoni, pluripremiato soprano, dal curriculum prestigiosissimo, che comprende anche collaborazioni con direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti, Carlo Maria Giulini, Lorin Maazel e Zubin Mehta.



2021-11-01